Artisti

Marie Ahumada, Paolo Alban, Rosa Bagnaresi, Andrea Benetti, Mamo Bertocchi, Lorenzo Biagi, Alessandro Bonaccorsi, Davide Bonazzi, Mercedita Centeno de Jesus, Niko Citriniti, Juan Contreras, Silvia Bavestrello, Collegio San Luigi, Letizia Coraducci, Andrea Marco Corvino, Alessandra Crascì, Dario Dariotti, Mauro Squiz Daviddi, Nadia Di Paola, Lanfranco Di Rico, Francesca Dondoglio, Silvano Fabiani, Fabio Ferretti de Virgilis, Fabio Fiorini, Pietro Franca, Raffaella Giordani, Alessandro Grambone, Elena Grossi, Luis Gutierrez, Hazkj, I creativi di Casa Mantovani, Istituto Aldini Valeriani, Riot Jassai, Stefano Laboragine, Diatta Lamine, Francesco Leone, Gabriele Lodi, Alejandro Logie Jr, Barbara Luciano, Luisa Magaro, Salvatore Magno, Mavez, Jacopo Mezzanotte, Andrea Mingardi, Tristano Monaca, Luca Monti, Francesco Orlando, Chiara Palmieri, Giuseppe Parenti, Stefano W. Pasquini, Davide Pavlidis, Quei matti di Gemona, Rebels Label, Linda Rigotti & Valeria Bertolini, Michelle e Pia Rivera, Chiara Sani, Santo Stefano 29, Anna Seccia, Federica Sessa, Sharko, Nur Mohamed Shetiwy, Weronika Sochaj, Oriana Spazzoli Farneti, Filippo Spinelli, Bruno Stefani, Sofia Stefani, Patricia Taide, Le Thi Bich, Graziano Tinti, Sara Trentin, Eraldo Turra, Eldi Veizaj, Davide Zulli e tanti altri…

elemento-rosso-orizz

Paolo Alban

14354929_1020401408057221_1715532689231424696_nPaolo Alban, di origini venete, nasce a Bologna nel 1973. Dopo aver frequentato il liceo artistico nella sua città natale, intraprende un percorso formativo a tutto tondo: è prima allievo della scuola triennale di disegno anatomico che ha sede nell’Istituto Ortopedico Rizzoli; successivamente fa esperienza come scenografo, operatore e assistente alla fotografia in numerose produzioni teatrali e televisive, ruolo quest’ultimo che gli consente di comprendere appieno le potenzialità della luce nella pittura come mezzo espressivo in grado di comunicare sensazioni definite. Anche il graffitismo e la street art, scoperti negli anni del liceo, sull’onda della street art newyorkese e in seno alla nascente scena bolognese, permettono ad Alban di dare sfogo alla propria creatività, grazie all’innovativa tecnica della bomboletta spray.
Oggi gestisce un negozio dell’usato e continua la sua produzione artistica soprattutto nell’ambito della pittura su tela, traendo quotidianamente spunto dai manufatti della cultura materiale, che negli anni ha avuto la possibilità di valutare e conoscere, e avendo sempre a mente la lezione che il contatto con la clientela gli ha insegnato: lo spettatore è diretto giudice dell’opera, senza mediazioni.

elemento-rosso-orizz

Rosa Bagnaresi

14355775_1019734884790540_8667541277028922072_nRosa Bagnaresi. si è diplomata all’Accademia di Belle Arti di
Bologna nel corso di Scultura. A Faenza ha seguito diversi corsi di formazione professionale in Arte della Ceramica; docente di Decorazione Plastica presso l’Istituto d’Arte di Bologna e presso il Liceo Artistico di Zurigo (1995 – 2001); dal 1992 è titolare del lab. ARGILLeDINTORNI (Bologna) recentemente trasformatosi in ASS. LABORATORIO BELLE ARTI dove tiene corsi di ceramica e scultura.

elemento-rosso-orizz

Andrea Benetti

14316866_1017509675013061_2576902107713889666_nPagina Facebook
Sito ufficiale
Andrea Benetti Archives Foundation
Andrea Benetti, artista italiano, nel 2005 ha ideato e stilato il Manifesto dell’Arte Neorupestre, che su invito del M.A.C.I.A. Museo d’Arte Contemporanea Italiana in America, ha presentato alla 53ª Biennale di Venezia, nel padiglione “Natura e sogni”, situato presso l’università Ca’ Foscari. Le esposizioni degli ultimi anni sono state allestite nei luoghi istituzionali italiani più prestigiosi, tra cui la Camera dei Deputati, la partecipazione alla LXI edizione del Premio Michetti e la suggestiva mostra tra pittura e multimediale realizzata all’interno delle grotte di Castellana. Seminari e mostre sulla sua arte e sulle innovative tecniche ideate, lo hanno visto protagonista ed oggetto della ricerca delle università di Bari, Bergamo, Bologna, Ferrara, Lecce, Roma e Johns Hopkins University, con le quali ancora oggi collabora e promuove i progetti creati insieme. Le opere dell’artista bolognese sono presenti nei musei e nelle collezioni di tutto il mondo, tra cui quelle istituzionali italiane, motivo per il quale è stato ricevuto al Quirinale, alla Camera dei Deputati ed in Vaticano, dove ha incontrato Papa Benedetto XVI e Papa Francesco. Ormai da un decennio le mostre del pittore emiliano sono curate dai più importanti nomi della critica italiana, tra cui numerosi professori e ricercatori universitari.

elemento-rosso-orizz

Mamo Bertocchi

14600880_1031507100279985_7308297475704896544_nMamo Bertocchi pittore bolognese, ha adottato il Brasile ed i suoi colori come sua seconda patria. Nelle opere, olio su tela, vivono i colori e le storie del paese sudamericano e di Cuba. Un immaginario iconografico e sintetico nelle forme che esalta il “sogno” piuttosto che la realtà di quei paesi. Ha al suo attivo varie esposizioni personali e collettive sia in Italia che in Brasile.

elemento-rosso-orizz

Lorenzo Biagi

14484967_1022510194513009_2920844415345374829_nMi chiamo Lorenzo Biagi, sono nato a Porretta Terme nel 1986, ho frequentato il liceo artistico e l’accademia di belle arti, indirizzo arti visive.Mi ha sempre affascinato il mondo della pubblicità, tanto da studiare come grafico pubblicitario. Le tecniche di persuasione si servono delle immagini per attirarci e colpirci, in una società dove il linguaggio dei mass media permea tutto, i muri, le vetrine dei negozi, le persone e il loro parlarsi, anche il loro emozionarsi. Nella pittura utilizzare immagini “mediate” offre innumerevoli spunti per parlare di emozioni e sensazioni, in una maniera incredibilmente diretta, chiassosa e potente. Si riescono così ad esplorare sensazioni che contraddistinguono quest’epoca da protagoniste: la seduzione, il fastidio, la noia, il sentirsi privi di un’identità delineata.

elemento-rosso-orizz

Alessandro Bonaccorsi

14390967_1017507455013283_7491414945922206717_nVisual Designer, Facilitatore Grafico e Illustratore. Dal 2003 lavora per clienti come Save The Children, Renault Italia, Max Meyer, Ponte alle Grazie e altri. Sue illustrazioni sono state pubblicate su: Il Sole 24Ore, La Stampa, Internazionale, Diario Europeo. Ha un blog SHIVU.it che parla di creatività, ispirazione, visual culture, illustrazione, grafica e freelancing. Ha scritto il libro “Illustrazione, l’immaginario per professione” per Alkemia Books. È stato selezionato nel “200 best illustrators worldwide 14-15” dal Lürzer’s Archive, selezionato per l’American Illustrator Annuale e l’Annual illustratori Italiano. Crede in un mondo non-competitivo, nella condivisione delle idee e nell’arte visiva come potente veicolo di benessere per la società”.

elemento-rosso-orizz

Mercedita Centeno – de Jesus

14317440_1017475205016508_8859173087871603744_nE’ nata nella provincia di Bulacan, Filippine. E’ sposata con Generoso De Jesus ed e’madre di due ragazzi Hydee e Hadji. Risiede a Bologna dal 2004 dove lavora come collaboratrice famigliare. Ha una laurea in Architettura, disegna e realizza oggetti di artigianato, scrive poesie e articoli. E’ co-fondatrice della Filipino Women’s League di Bologna, del Council on Youth Leadership nell’Italia del nord e della OFW Watch Italy e leader attivo di associazioni Filippine in Italia e nelle Filippine. Dal 2012, ha cominciato dedicarsi alla pittura contemporanea per impiegare il suo tempo libero. Ha partecipato a varie mostre ad Inzago e a Bologna durante la celebrazione della Giornata Internazionale della Donna, l’evento “ One Billion Rising Revolution” e nella Art Expo 2016 sotto la categoria “Momenti D’Artista” Art Dream. Attualmente frequenta il Corso di Pittura e Disegno con Erica Calardo per migliorare le proprie competenze e realizza laboratori artistici per condividere i suoi talenti a bambini e ad altri appassionati d’arte attraverso il suo gruppo Arte Creativa con il suo nome d’arte Madittz.

elemento-rosso-orizz

Niko Citriniti

14449804_1019733164790712_1250950172924047131_nNiko Citriniti ( Catanzaro 1974) Autodidatta . E’un Artista ossessionato dallo scarto, sperimenta svariati linguaggi che vanno dal Riclo all’Assemblage, Scultura, Pittura prediligendo Materiali di scarto. La sua prims mostra risale al 2006 al seguito varie collaborazioni come scenografo per numerosi cortometraggi ,spettacoli teatrali ed eventi in Spagna , Italia .Molte delle sue opere sono seminate in giro tra Spagna, Italia e Brasile . Vive ed opera a Bologna.

elemento-rosso-orizz

Juan Contreras – Silvia Bavestrello

14344146_1017478281682867_7387214340973136160_nSiamo nati come muralisti per solidarietà con la lotta del popolo Cileno contro la dittatura, fondamentalmente nelle scuole perché in Cile siamo stati maestri, abbiamo partecipato a innumerevoli iniziative pittoriche, alcuni dei nostri murali si trovano in via fioravanti 22 in bologna nei muri del centro sociale Katia Bertasi.

elemento-rosso-orizz

Letizia Coraducci

14364726_1017491318348230_1010443691507922625_nLetizia Coraducci è nata e vive a Bologna, ha partecipato a diverse mostre personali e collettive. In un piccolo atelier in via dè Poeti, espone le sue opere, quadri e sculture che rappresentano frammenti di pensieri e materia sotto le sembianze di forme geometriche e simboli apparentemente causali, ma che ritrovano tuttavia un loro significato in una dimensione giocosa e astratta. I diversi materiali: carta, foglia d’oro e argento, ferro, legno, esprimono nelle forme un dinamismo e una geometria.

elemento-rosso-orizz

 Andrea Marco Corvino

14344169_1017499811680714_6155723983283633411_nNasco a Bologna il 7/11/1993, fin dagli albori dedico molto tempo al disegno, forma di comunicazione che può aiutare lo sviluppo di forme proprie. Inizio a studiare progettazione grafica e da li’ comincio a creare un portfolio collaborando con tipografie, studi di grafica e fotografia. Decido di perseguire i miei studi all’Accademia di Belle arti a Bologna. Grazie ai viaggi e a internet riesco a cogliere spunti e a coltivare un’ideologia sul bello estetico, utilizzo prevalentemente la tecnica del disegno a mano e sviluppando poi il progetto finale al pc, cercando di rimanere costantemente all’avanguardia.

elemento-rosso-orizz

Alessandra Crascì

14358989_1017472065016822_1088104322332876679_nNata a Messina nell’anno 1985.
Laureatasi nell’anno 2007 all’Accademia di belle arti con il massimo 110/110.
Attualmente vive in provincia di Bologna, dove continua la sua crescita artistica.
Ha partecipato a varie mostre, manifestazioni artistiche;
Arte sotto i portici (Bologna)
ItaloElleniche (Atene)
Ha collaborato con vari progetti scolastici, proponendo l’arte nelle sue mille sfaccettature.

elemento-rosso-orizz

Dario Dariotti

14358913_1018036794960349_7282064064847784185_nDariotti aka DDR (darioderoma).
Giovanile ma non giovane è un volto noto nell’underground bolognese.
Outsider, mitizza Henry Darger.
Si crede un disegnatore, ma si occupa di decorazione d’interni.
A Bologna preferisce la Bolognina.

elemento-rosso-orizz

Mauro Squiz Daviddi

14355128_1017473698349992_7252101820017423432_nE’ illustratore, pittore, caricaturista e fotografo.
Nasce a Bologna nel 1966. Nel 1986 si diploma all’Istituto Statale d’Arte di Bologna. Nel corso degli anni stringe diverse collaborazioni: grafico per la Star Comics, illustratore per vari libri delle Edizioni Pendragon di Bologna, illustratore per la NHK l’azienda radio televisiva giapponese e caricaturista-animatore per eventi di vario tipo. Espone le sue fotografie in Italia ed Europa: Palazzo d’Accursio, Bologna. Museo delle cere anatomiche Luigi Cattaneo, Bologna. Museo Civico del Risorgimento, Bologna. Cassero per la scultura italiana dell’Ottocento e del Novecento, Montevarchi (AR). Monturque – Cordoba , Spagna. Avilés, Spagna. Maribor, Slovenia. Nebbiu, Corsica. Nicosia, Cipro. Nel tempo libero dipinge grandi tele e pannelli di legno o esegue particolari dipinti col caffè.
www.squiz.biz – www.facebook.com/maurosquizdaviddiphotos
www.facebook.com/msd.myart

elemento-rosso-orizz

Nadia Di Paola “NaMà”

14449913_1024216917675670_8781926202595281874_nNadia Di Paola in arte NaMà è nata a Torre del Greco nel 1988.
Si è diplomata nel 2009 presso l’Istituto d’arte De Chirico di Torre Annunziata con specializzazione in grafica pubblicitaria. Negli stessi anni frequenta il Conservatorio di Salerno che lascia dopo poco ma continua a suonare il pianoforte da auto-didatta. Nel 2010 si trasferisce a Bologna e si iscrive alla facoltà di Scienze della formazione, in questi anni si appassiona al mondo della letteratura per l’infanzia e agli albi illustrati. Nel 2011 partecipa a Bologna al 45 Giri film festival nell’equipe Tumiturbi. Nel 2016 realizza la copertina per la nuova edizione del romanzo ‘Acqua Logora’ di Marco Martucci e illustra il video della canzone Flami, dello stesso autore. Successivamente nasce il progetto ‘SENTIRE’.., una mostra di disegni sul tema delle emozioni e degli stati d’animo che invadono le relazioni e la quotidianità. Realizza nello stesso anno le illustrazioni per il libro “i pesci” scritto da Antonella Di Paola, una storia illustrata, raccontata col linguaggio della comunicazione aumentativa (CAA).

elemento-rosso-orizz

Silvano Fabiani

14368837_1019724521458243_3608168364340816425_nSilvano Fabiani (Bagno di Romagna 1954)
Istituto statale d’arte Forlì, UIA Firenze, DAMS Bologna (mai terminato).
Vive e lavora a Bagno di Romagna (FC).

elemento-rosso-orizz

Fabio Ferretti de Virgilis

14368654_1018831058214256_1280935058039014452_nAffascinato dalle arti figurative fin dalla tenera età, frequenta il liceo artistico Lisippo di Taranto, durante la cui frequenza si sofferma sulle correnti del futurismo e del cubismo, restandone affascinato. Si iscrive successivamente all’Accademia di Belle Arti di Roma ma sconvolto dal turbinio della metropoli si sposta all’Accademia di Lecce, in questo periodo inizia la propria ricerca personale sulla figura umana, distaccandosi, pertanto, dalle correnti che precedentemente l’avevano influenzato. Sentendosi pronto decide di tornare a Roma, proseguendo i propri studi presso la scuola dell’arte della medaglia all’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, affinando il proprio gusto per il dettaglio e la minuzia. In seguito si iscrive a un corso di Gemmologia a Bassano del Grappa; osservando la trasparenza delle gemme scopre la passione per l’acquerello. Ferretti possiede una personalità artistica alquanto vivace e poliedrica, dedicandosi alla pittura, alla scultura, all’animazione, all’incisione e attualmente riporta sui muri le proprie opere pensando che lì possano respirare.

elemento-rosso-orizz

Pietro Franca “Mastro Pennello”

14440897_1024223104341718_7196986239612615313_nPietro ‘Peo’ Franca nasce a Roma nel 1971, si trasferisce giovanissimo a Pordenone dove inizia la sua attività artistica. Vive a Venezia e dal 91′ a Bologna. Partecipa come autodidatta a numerose esposizioni collettive. Nel 2001 si reca a Londra dove frequenta i corsi di illustrazione e pubblicità diretti dal Prof.Karl Foster presso il London College of Printing. Rientrato in Italia, nel 2003 si stabilisce a Bologna, dove alterna la professione di illustratore e vignettista, quest’ultima esercitata sotto lo pseudonimo di ‘Mastro Pennello’, a quella propriamente figurativa eseguendo opere su commissione. Dal 2013 è presidente dell’associazione culturale ‘The Door’, volta a promuovere e supportare l’attività di giovani artisti.

elemento-rosso-orizz

Alessandro Grambone

14333732_1017502788347083_8895220228010973295_n
Mi chiamo Alessandro Grambone in arte Peewee also unknown as Gramba.
Faccio disegni da esplorare.
Mi servo del disegno per realizzare laboratori creativo con minori e persone con disabilita’

elemento-rosso-orizz

Elena Grossi

14440672_1023112474452781_73994744586311057_nMi chiamo Elena Grossi, sono nata il 22 giugno del 1972. dipingo e disegno, non professionalmente (lavoro infatti come cartografo) e ultimamente mi dedico spesso alla realizzazione di opere a varie tecniche di stampa, soprattutto linografia, a partire da miei disegni o mie fotografie.
ho esposto in alcune mostre collettive e curato, nel 2013, assieme a Stefano, la mostra I diari delle medie.

elemento-rosso-orizz

Luis Gutierrez

14329997_1017501611680534_5002485992679416179_nNato in Colombia, Luis Gutierrez, vive, studia e lavora nel bolognese. Diploma di Arte Commerciale all’istituto della Cultura di Santander, Designer e grafica all’Università di Bogotà. Ottiene la laurea in Arte Plastica e Pittura all’Università Nazionale Bogotà. Studia Storia dell’arte all’Università degli Studi Bologna. Gutierrez ha realizzato numerosi murales anche nella nostra città. Ha partecipato a molte mostre personali e rassegne d’arte in Colombia, Italia, El Salvador, Costa Rica e Miami.“

elemento-rosso-orizz

Hazkj

14495490_1023129704451058_112217720108264368_nSono cresciuto a Bologna (quartiere Mazzini) e dipingo in strada da quasi quattro anni. Mi piace confrontarmi con culture, mentalità e metodi diversi dai miei per raggiungere un ibrido che riassuma il concetto stesso di “arte”. Spesso e volentieri quindi dipingo insieme al mio grande amico “Sharko”, non di rado insieme a street artista da tutte le parti d’ Italia. Quando disegno, Il mio interesse verte soprattutto sull’anatomia del corpo umano, come di quello animale; il mio obiettivo è riportare alla coscienza delle persone la ieraticità dell’arte classica greco-latina ed inoltre la sensibilità per la purezza della natura. In aggiunta ai pennelli, continuo a ritagliare anche stencils che realizzo come monito per lo spettatore cittadino.

elemento-rosso-orizz

I creativi di Casa Mantovani

14457517_1023115447785817_7291055532190491451_nIl laboratorio di pittura fornisce un luogo fisico e uno spazio simbolico ed emotivo, entro il quale sperimentare la propria creatività. L’ambiente che si crea permette di accostarsi alla pittura in modo libero e creativo, all’interno del quale si sperimenta il gioco creativo tra forme e colori nel quale i partecipanti possono avventurarsi lungo un cammino che insegna loro a conoscere i mezzi necessari alla produzione artistica secondo tempi, modi e progetti propri. Essi possono sperimentare e costruire il loro rapporto con il mondo dei colori e delle forme, il mondo dell’arte, restando fondamentalmente fedeli ai loro desideri, alla loro immaginazione, ai loro progetti.

elemento-rosso-orizz

Riot Jassai

14484776_1027571174006911_6544077377145921615_nRiot è un graffitista rumeno cresciuto in Transilvania fino all’età di 16 anni e poi trasferitosi ad Ancona dove frequenta l’Istituto d’Arte. Qui scopre i graffiti ed entra in contatto con vari graffitisti marchigiani iniziando cosi ad usare le bombolette spray che diventeranno lo strumento prediletto attraverso il quale esprimere la propria creatività. Insieme ad altri graffitisti della zona diventa membro della Jassart. Alla fine degli studi superiori si trasferisce a Bologna per seguire i corsi di pittura presso l’Accademia di Belle Art. Le sue opere vengono eseguite sia su muri che su tele utilizzando bombolette spray, acrilici o colori ad olio. Esegue anche incisioni usando fogli di grande formato. Il tema ricorrente nei suoi lavori è quello delle “forme senza fondo”, tema trattato da vari intellettuali dell’est al inizio del ‘900 in seguito ad alcuni scritti pubblicati da Titu Maiorescu. La teoria delle forme senza fondo nasce come reazione alle necessità trascurate dal capitalismo e come critica delle pratiche sviluppate in seguito alla sua diffusione. L’artista ritiene che l’uso del sistema monetario sia arrivato ad un punto critico e vede la diffusione di nuovi valori come una necessità di vitale importanza infatti è questo sentire che cerca di comunicare attraverso le sue opere.
www.jassartassociazione.org
https://www.facebook.com/Associazione.Jassart

elemento-rosso-orizz

Stefano “labò” Laboragine

14390683_1017466441684051_2185256787331096777_n«Stefano “labò” Laboragine, nasce a Potenza nel 1973. Pittore e scultore autodidatta, nei primi anni novanta inizia a esporre in diverse gallerie e in spazi espositivi, tra la Basilicata e la Campania, riscontrando un discreto successo di pubblico. […] La sua pittura colma di “pensiero” – intimo e forte – è connaturata alla sua personalità, a quella “Idea” che quotidianamente si sforza di rappresentare in modo asseverativo. […]Il suo gesto, sospinto dalla cruda realtà, raccoglie cromatiche visioni che spesso angosciano e sollevano profondi interrogativi esistenziali[…] I suoi lavori sembrano respirare di vita, perché la sua stessa arte diventa gesto fisico, corpo».

elemento-rosso-orizz

Diatta Lamine

14317499_1017497668347595_3715140508449567631_nDiatta Lamine nasce il 26 aprile 1985 a Fanda, un villaggio in Casamance (Senegal).
Fin da bambino appassionato di disegno, ha lavorato presso l’atelier di arti plastiche del maestro Djallo (Casamance). Il tema principale delle sue opere è la natura, con la volontà di sensibilizzare alla sua tutela, convinto che “le monde est un Jardin”. Diatta è sbarcato in Italia nel marzo 2015 grazie all’operazione Mare Nostrum. Oggi è ospite del centro di accoglienza Zaccarelli a Bologna, in attesa che venga esaminata la sua richiesta di asilo politico.

elemento-rosso-orizz

Francesco Leone

14433067_1019718641458831_8952676690288141564_nFrancesco Leone ( Catanzaro 1972) Diplomato al liceo artistico ha studiato scenografia al Brera di Milano. E’ un artista poliedrico che sperimenta diversi linguaggi espressivi che vanno dall’arte classica figurativa a quella più sperimentale e contemporanea utilizzando svariate tecniche. La sua prima mostra personale risale al 1986, da allora ha esposto con regolarità in diverse città d’italia e molte delle sue opere fanno parte di collezioni private.

elemento-rosso-orizz

Gabriele Lodi

14390821_1017506765013352_5649517989991154579_nGabriele Lodi nasce a Bologna nel 1974 dove vive e lavora, da sempre manifesta la sua inclinazione all’arte. Frequenta l’istituto statale d’arte di Bologna dove si forma. Da allora prosegue la continua ricerca sull’interpretazione della forma del colore della luce e dall’ombra e della deformazione. Ha partecipato a numerose esposizioni collettive e personali tra cui art city white night 2011 organizzato da fondo antico. E collettiva art city white night 2016 presso palazzo Pepoli Campogrande

elemento-rosso-orizz

Alejandro Logie Jr

14479598_1025005870930108_6933081639586744660_nLogie Alejandro Jr. Nato nella provincia Ginictan Aklan, Filippine il 28 Ottobre 1974.Ha studiato al “Drafting Course” Corso di Disegno. Oltre alla passione di disegnare ama anche cantare e giocare a palla canestro.. Nelle Filippine ha lavorato alle Furniture Company Export, come Designer/Draftsman / Qualityvisor. Logie Alessandro è arrivato in Italia il 15 Settembre 2007 lavora come COLF. Ha due figli Rejerico e Aira Shannine che vivono nella Filippine.

elemento-rosso-orizz

Mavez

14333708_1019316014832427_8793315263644153587_nMavez nato a Bologna incomincia la sua strada nel mondo del colore con i graffiti, crescendo i suoi interessi spaziano dalla scultura al fumetto fino alla pittura più tradizionale. Nei suoi dipinti dà una visione polifonica e cerca di attraversare più campi artistici senza fossilizzarsi in un’unica interpretazione della realtà. La sua attività è sopratutto nell’arte pubblica e urbana, vede la città come grande spazio espressivo di cui la popolazione intera dovrebbe godere.

elemento-rosso-orizz

Jacopo Mezzanotte

14446169_1019116308185731_2862495262856895122_n“Musica,fotografia,fumetto: artista perfetto”con queste poche parole si riassume tutta la creatività di Jacopo Mezzanotte, petroniano legato all’eccellenza italiana e all’orgoglio bolognese.
I suoi maestri per quanto riguarda la grafica sono stati: MARCO CAROLI, MAGNUS,GIUSEPPE ROSSETTI coltivando con loro anche un rapporto di amicizia. Nella musica e’ stato ispirato da LUCIO BATTISTI,RINO GAETANO NATALINO OTTO disegna e compone musica nel suo Store in via Castiglione nel cuore della città. Come fotografo ha un passato di pubblicista di foto erotiche nelle riviste “NU” ed. Trentini e “GLAMOUR INTERNATIONALS” ed. Vianovi. “Quando decide di fare una cosa per benino usa il suo pseudonimo , Serafino Tarantola.

elemento-rosso-orizz

Andrea Mingardi

14517620_1025010770929618_5156136194688890273_nBolognese D.O.C., cantautore dalle sfumature blues, ha partecipato 5 volte al Festival di Sanremo con brani importanti come Con un amico vicino ed È la musica. Da sempre in prima fila nell’impegno solidale, è tra i fondatori della Nazionale cantanti. Ha collaborato e collabora con grandi artisti italiani e stranieri: da Mina a Morandi, da Josè Feliciano a Lucio Dalla con il quale ha realizzato una versione affascinante di Time scritta da Tom Waits, uno dei pochi artisti bianchi che ama, insieme a Frank Zappa. Artista estremamente versatile, si dedica anche alla pittura e alla scrittura; nel 2001 inaugura la sua prima personale di quadri e composizioni d’arte e dal 2000 ad oggi ha dato alle stampe 3 libri, il primo intitolato Benèssum, sotto l’egida di Bologna 2000, già fenomeno editoriale per il numero delle copie vendute in un territorio regionale, il secondo Permette un ballo, signorina? entrato nella collana degli Oscar Mondadori e Socc’mel, con cui è iniziato il suo sodalizio con la casa editrice bolognese Pendragon. La fine del 2000 vede l’uscita del cd Ciao ràgaz, una raccolta di canzoni dialettali vecchie e nuove a cui partecipano grandi ospiti come L. Dalla, G. Morandi, F. Guccini, L. Carboni, S. Bersani, ed altri. Il cd, che ha incontrato grande successo di pubblico e di critica ed è stato Disco d’oro in un solo mese di uscita, si propone di esportare l’idioma bolognese dandogli dignità di lingua. “Amiche mai” viene scelta da Mina e Ornella Vanoni per il primo duetto della loro storia musicale, sbaragliando fior di autori, per il quale il 16 dicembre è insignito del “Premio Personalità Europea” in Campidoglio a Roma alla presenza delle più alte cariche di Stato. È autore di libri tra cui “Permette un ballo Signorina” edito da Mondadori e “Un biglietto per l’aldilà” edito da Pendragon, il suo primo legal thriller. Tra le varie attività la pittura. Nel 2015 ha effettuato la personale “Bologna in bianco e nero. I colori della memoria” presso la galleria Forni di Bologna.

elemento-rosso-orizz

Tristano Monaca

14484809_1021942574569771_3932858463867240026_nTristano Monaca, nasco a Monterotondo di Roma nel ’95, sono cresciuto a Roma e trapiantato da un anno a Bologna.
Ho imparato a masticare l’arte insieme al pane grazie all’immersione dei miei genitori del mondo delle creazioni, immersione che subito ho ereditato per cominciare un percorso che muove tuttora fiato e cuore. Ho avuto alla mia scrivania grandi autori rilegati in pagine ad insegnarmi come giocare con le chine, i pastelli, fiele caffè e trielina e tinte altre. Ho iniziato il liceo artistico, che già è tanto, finirlo mi sembrava troppo. Proseguendo dunque con il sempre più affezionato studio autonomo di pratica su pratica per la della dimestichezza in fogli di esperienza, e vuoi l’inevitabile o vuoi la fame, dello studio ne ho fatto lavoro. Ora lavoro come pittore, illustratore, grafico artigianale,designer della carta, decoratore d’interni. Con un caro amico e collaboratore nasce il collettivo DISCIPLINE MATRIOSKA, che aggiunge ai giochi già esperiti sperimentazioni serigrafiche e nuove grafiche pittoriche. Ho esposto a Roma tra i sedici e i diciotto anni presso l’associazione culturale DeFrag, la Bibliotechina, il Pub 8 millimetri, il Piccolo Eliseo.

elemento-rosso-orizz

Luca Monti

14448980_1018832538214108_6461894719994104085_nNasco a Bologna da sempre innamorato di questa città un po’ maledetta, dei suoi cieli rossi e vicoli pieni di vita ad ogni ora del giorno o della notte.
Alla continua ricerca “dell’isola che non c’è” scoprendola nella magica espressione di bellezza e di libertà in attività come la danza l’arte figurativa e fotografica e il Parkour. Attività che mi fanno scoprire punti di vista “alternativi” oltre a tante persone meravigliose.
Il mio percorso è iniziato con il liceo artistico seguito dalla scuola internazionale di Comics a Firenze da cui ho appreso tanto, soprattutto a rimanere aperto ad espressioni artistiche sempre differenti e in continuo cambiamento.

elemento-rosso-orizz

Francesco Orlando “Paco de Hua’nama”

14470657_1022757561154939_5825020288709445016_nIl mio sopranome nonché nome artistico è Paco de Hua’nama. Sono un autodidatta, che cominciando in giovane età con lo stile naif su pannelli di compensato, ha continuato su questo stile, ma spaziando su altre tecniche, tipo acrilico, collage, materico, altorilievi, ecc. Ora, avendo la fortuna di lavorare in una ditta dove c’è molto materiale di scarto, ho scoperto l’arte del riciclo di materiali poveri: carta, legno, polistirolo, ferro, pelle, cavi elettrici, ecc. sempre rimanendo legato allo stile Naif. Non credo nella copiatura. Se crei, sei.

elemento-rosso-orizz

Chiara Palmieri

14369906_1018828834881145_6710551254232790990_nChiara Palmieri, classe 1985, bolognese. Pedagogista, counsellor, decoratrice e appassionata di fai da te. Attualmente lavora come coordinatrice di nidi d’infanzia per una nota cooperativa bolognese e nel tempo libero coltiva la sua passione per il fai da te. Fin da bambina ama creare: dipinge ogni tipo di supporto, ricicla materiali donando loro una nuova vita, cuce e realizza materiali di sartoria e molto altro. “Il fare mi ha sempre fatto ritrovare l’essenza più profonda di me stessa “ dice e così non si ferma mai e nascono spesso nuovi progetti. A febbraio 2016 nasce il sito internet e blog, in cui raccoglie le sue idee, i lavori fatti, e racconta della sua passione www.passioneamanolibera.it . Al momento si sta specializzando nella consulenza per la realizzazione delle camerette per bambini e nella loro decorazione. Con questo progetto si mette per la prima volta alla prova nella realizzazione di un murales in esterno.

elemento-rosso-orizz

Giuseppe Parenti

14390825_1018037841626911_3010510038106285410_nSono un architetto bolognese di 69 anni. Scultore, decoratore e grafico. Appassionato di storia cittadina, ho pensato di dedicarmi alla divulgazione storica mettendo la mia arte in esperienze creative “partecipate” e nell’allestimento di mostre didattiche, soprattutto con e per i giovani delle scuole, organizzate dall’Associazione culturale Artecittà della quale faccio parte. Da più di vent’anni, pratico con entusiasmo e qualche soddisfazione la decorazione murale anche di grandi dimensioni in spazi privati (piscine, agenzie viaggi, diving centers, abitazioni). Ho partecipato anche negli anni 2007 e 2008 ad una rassegna del muro dipinto organizzata dal comune di Casoli (Ch) in Abruzzo. Mi piacerebbe sperimentare l’arte murale anche in spazi pubblici della mia città, così ho colto questa bella occasione della decorazione del ponte di Stalingrado da te organizzata per lasciare finalmente un piccolo segno della mia arte a Bologna.

elemento-rosso-orizz

Davide Pavlidis

14332945_1017494625014566_7872835263643412239_nNato a Bologna il 19 Maggio 1968
1985 – Diploma presso la scuola di fumetto Zio Feininger
1987 – Diploma di Maturità D’Arte Applicata
1994 – Diploma di grafica applicata e fotoritocco con Photoshop. Dal 1990 al 1995 lavora per l’agenzia di eventi e spettacoli Coop Soci De L’Unità in qualità di scenografo e grafico realizzando fra le altre cose le scenografie per le feste della testata “Cuore” di Michele Serra e una scenografia per il film “Zitti e Mosca” di Alessandro Benvenuti. Dal 1995 al 2008 collabora con l’artista e collezionista Francesco Martani realizzando svariate opere a quattro mani e partecipando a mostre. Nel 2014 é coautore con Danilo Masotti del romanzo comico “Ciccionazzi a Chichén Itzà” edito da Pendragon realizzandone anche la copertina e le illustrazioni interne. Dal 1987 al 2012 (parallelamente con le altre attività svolte) si occupa della progettazione di giocattoli smontabili per la ditta Monplast specializzata nella lavorazione di materie plastiche definendone il design e progettandone gli incastri. Attualmente produce quadri su commissione, progetta logotipi, insegne corredi immagine e realizza trompe d’oeil per ambienti pubblici o privati — presso Bologna.

elemento-rosso-orizz

Quei matti di Gemona

14369873_1017505641680131_4892040486205242355_nL’associazione Fareassieme FVG, nasce nella Salute Mentale con l’intenzione di “abbellire il mondo” occupandosi di socio-arte. Negli anni l’associazione si è arricchita di svariate esperienze in campo artistico, realizzando murales per associazioni ed Enti e partecipando attivamente alla realizzazione di progetti solidali nazionali e internazionali. Ultime fatiche artistiche sono riferite ad opere di Land Art, svolte in Regione Friuli Venezia Giulia. Da qualche anno i soci del Fareassieme FVG hanno incontrato Bologna e i bolognesi e collaborano con Civibò: hanno creato 800 “mattoncini” per la raccolta fondi Cucine Popolari al matrimonio di Roberto Morgantini e hanno realizzato 500 dei cartoni utilizzati come copertina dei libri “Nel cartone”. Mila e Augusto, artisti per passione, fanno parte di Fareassieme FVG. Negli ultimi mesi l’associazione si è concentrata sull’evento “Giro d’Italia in bicicletta” svolto da Mila per sensibilizzare sulla Salute Mentale e non solo (biciterapia.it) e Bologna con Comune, Civibò e DSM ha accolto i numerosi soci arrivati fin qui, come solo questa città sa fare.  Un giornalista di Bologna ci ha chiamato affettuosamente “(que)i matti di Gemona”, ed è vero, siamo un po’ matti. Ma chi è “Normale”? Non di certo i promotori di questa follia: farci venire da Gemona a Bologna per dipingere “Stalingrado”

elemento-rosso-orizz

Rebels Label – Edoardo Bloom e Alexia Raule

14332996_1017493018348060_4539286447692541116_nRebels Label nasce dalla voglia di comunicare nel modo più impattante possibile. Da qui i muri come tele, installazioni. Una è stata l’albero di rame costruito sopra l’albero che rimase del tempo in piazza Verdi. I disegni sono apocalittici, patafisici, comandati dal subconscio che libera mostri come angeli. Sono tutti compresenti come una bilancia cosmica nello scenario di una lotta costante tra bene e male. Negli ultimi tempi la predilezione per il pop ed il colore puro, con il quale l’opera diventa più accattivante, possiede più mordente. Allora, come un Goya ebbro dei fumi dei suoi colori, appaiono visioni come istantanee di un mondo onirico o inconscio, come fiori che sbocciano da sé o la rugiada che si pone al mattino senza che nessuno la veda. Lo studio dello spazio è importante, deve essere studiato e frammentato prima di inserire il disegno che come un linguaggio verbale o un rebus. Si staglia come una narrazione di un evento più che mostrare un concetto fisso. L’opera diventa quindi leggibile come un libro, racconta storie diverse che ognuno, attraverso il proprio gusto personale, ha la facoltà di raccontarsi raccontando ciò che vede.

elemento-rosso-orizz

Linda Rigotti & Valeria Bertolini

14449717_1025007480929947_2356664634479529899_nLinda Rigotti
Illustrazione, disegno, grafica, riprese e editing video, fotografia. “Focalizzare una direzione è l’unica via, scegliere il sentiero, tracciare il percorso, puntare alla cima e muovere il proprio corpo verso di lei per proseguire oltre. Valicare. Oppure fare di quello sguardo una contemplazione, viatico verso spazi ulteriori, interiori che si congiungono nell’immagine che sta al centro
Valeria Bertolini
Valeria Bertolini fa cose con le matite, le penne e i colori. Le fa sulla carta, sui muri, sui pavimenti. Sembrano disegni ma sono storie. Anzi sembrano storie ma sono ricordi. Sembrano i suoi ricordi ma sono quelli di tutti. Ricordi in calzoncini corti.”

elemento-rosso-orizz

Chiara Sani

14390782_1018823741548321_5826879147314470929_nSono ‘figlia d’arte’: mio padre era il pittore Giansebastiano Sani, apparteneva alla Scuola di Morandi, Manaresi, Ugo Guidi. Vincitore di molteplici premi, le sue opere sono esposte in musei e collezioni in Italia e all’estero. Venne chiamato dal Ministero della Cultura del Belgio per tenere corsi sulla tecnica del ‘monotipo’. Sua era la Galleria d’arte d’Azeglio. Mia madre da giovane lavorava come stilista per una linea d’abbigliamento e poi divenne gallerista d’arte. Sua era la Galleria di via San Vitale. Avendo l’arte nel sangue, nonostante il mestiere sia quello di attrice, ho collaborato per alcune case editrici in qualità di illustratrice, lavorando a ‘matita’. Qualche anno fa ho scritto e illustrato un romanzo per ragazzi dal titolo ‘Un cavalluccio marino molto strano’ e continuo a illustrare per hobby. Il mio genere preferito è il fantasy.

elemento-rosso-orizz

Santo Stefano 29

14440610_1019109791519716_1176261935083239463_nSanto Stefano 29 è un atelier studio di architettura e design di Marco Zanotti e Ornella Miritello: spazio aperto ad artisti che trovano occasioni per presentare le proprie opere . Le due anime dello studio , una siciliana e una bolognese hanno creato Emilia-Sicilia per avvicinare le due regioni .- tre dei nostri artisti sono stati selezionati per la performance di murales denominata MAREvigliosaMENTE che si è tenuta a maggio in Sicilia, a Castel di TUSA (ME). Obiettivo della nostra associazione è quello di credere nell’aggregazione sociale tramite le attività collegate alla nostra professione (architetto e designer): pittura, grafica, illustrazione ma anche cucina e ben-essere. lo scambio ed il confronto sono le colonne portanti del vivere l’arte nel mondo contemporaneo. Per questa occasione del Ponte di Stalingrado 100/40 Muri DIVersi… il gruppo che partecipa è composto da Ornella Miritello e Marco Zanotti, Ilaria Zanotti, Simone Semprini, Filippo Miritello e Milena Fiore..

elemento-rosso-orizz

Anna Seccia

14322750_1017498831680812_6079305336091709666_nAnna Seccia è stata docente di discipline Plastiche e Pittoriche presso il Liceo Artistico di Pescara. Pittrice, Performer, Art counselor sulla terapia della creatività e dell’arte, da più di venti anni porta avanti una ricerca di arte relazionale partecipata pittorica con il progetto “Sanza del colore. ”Nel 2011 partecipa alla 54°Biennale di Venezia, Pad Italia/Abruzzo con una istallazione ”Opera Aperta” che ha visto quattro step di arte collaborativa partecipata con il coinvolgimento di ottocento giovani

elemento-rosso-orizz

Federica Sessa

14449975_1022244374539591_6008775584434233554_nFederica Sessa: sono una ventiquattrenne siciliana, ma da quasi sei anni a questa parte vivo a Bologna. Ho sempre avuto la passione per la lettura e per i viaggi, spesso questi mondi finivano per collidere su una tela. Sicuramente sono stata influenzata dalla passione di mia madre, che da pittrice autodidatta, mi ha preparato a un mondo cromaticamente ricco. Mi sono trasferita per studiare lettere moderne a Bologna. Terminato questo percorso, un interesse parallelo ma pur sempre latente è progressivamente cresciuto: quello dell’arte. Mi sono iscritta ad Arti Visive, ma da laureanda adesso, mi occupo non solo di teoria. La pittura per me rappresenta e presenta ciò che sono. Si è evolve con me, è in perenne bilico. La gestualità dell’atto artistico rappresenta una forma di catarsi e una potente arma di comunicazione in cui credere fortemente.

elemento-rosso-orizz

Sharko

14369918_1017495798347782_2215754350706779532_nSharko si avvicina fin da piccolo al mondo del disegno e della pittura, per poi sperimentare, in età più adulta, nuovi strumenti, come la bomboletta spray. Ormai da anni è un membro attivo della comunità di artisti urbani italiani, realizzando murales in tutta la Penisola, e potendo vantare collaborazioni anche con artisti di fama internazionale. La sua ricerca artistica si concentra sulla linea di contorno, sempre marcata e ben definita.

elemento-rosso-orizz

Nur Mohamed Shetiwy

14333022_1017508105013218_4088936592361017890_nNur Mohamed Shetiwy nato a Bologna il 14/11/2009, studia presso la scuola Elementare Morandi.
Ha partecipato con interesse all’attività di “Laboratorio d’arte Eldi Veizaj”.
Attualmente vive e studia a Bologna.

elemento-rosso-orizz

Weronika Sochaj

14581516_1027569747340387_9185692190042459820_n
Mi chiamo Weronika Sochaj, sono polacca, vivo a Bologna e sono un Ingegnere gestionale. Non ho mai ricevuto nessuna formazione artistica eppure disegnare è la mia passione sin da quando ero bambina.
Sono affascinata della iniziativa che Lei sta organizzando. Mi piacerebbe tanto a partecipare e come seguente allego gli esempi della mia arte.

elemento-rosso-orizz

Oriana Spazzoli Farneti

14462911_1025001594263869_6664269325622194959_nNata a Forlì, il 27 novembre 1972, qui vive e lavora. Autodidatta comincia a dedicarsi alla pittura nel 1999, assecondando una sua innata predisposizione ad un uso creativo e plastico del colore. Nel 2001, in una fase personale difficile segnata dalla malattia del padre, affetto dal morbo di Alzhaimer, approda al soggetto astronomico, mossa dal desiderio di andare oltre le convenzioni e le imposizioni, rapita dal fascino e dalla curiosità suscitati dal cosmo, verso l’esplorazione dell’Infinito, oltre il buio della notte e dell’anima, come appagamento di un’esigenza di libertà. Il cielo e lo spazio incarnano questo sogno, spalancandosi come porte verso un universo fatto di luce, oniriche suggestioni e magiche policromie in cui smarrirsi… Oltre il Buio , l’Infinito… e, come canta Leopardi, ”[…] naufragar m’è dolce in questo mare”. Ma l’Arte è anche autoironia, divertimento e fantasia con una strizzata d’occhio ai bambini con cui l’artista lavora come insegnante e laboratorista, lasciando spazio a soggetti più caricaturali e cartoonistici. [L’artista, che predilige l’uso dell’olio su tela, ha allestito personali, ultima in ordine di tempo, presso la Galleria d’Arte S. Sebastiano di San Mauro Pascoli, e ha partecipato a numerose collettive in varie gallerie d’arte fra cui lo Studio C di Piacenza e la Milano Art Gallery. Collabora con le scuole per laboratori di pittura creativa e decorazione pittorica di biblioteche e cortili dei plessi scolastici, coinvolgendo anche le scolaresche.]

elemento-rosso-orizz

Filippo Spinelli

15253412_1089254834505211_4660247801855922035_n

Contatto Facebook
Mi chiamo Filippo Spinelli, in arte Phil. Vengo da Palermo e sono uno studente dell’Isia di Urbino e seguo il corso in Illustrazione delle Immagini. In precedenza, ho frequentato il liceo artistico e conseguito la laurea triennale in Disegno Industriale presso la Facoltà di Architettura di Palermo. Attualmente mi sto occupando della tesi di laurea. Ho cominciato a disegnare fin da quando ero bambino e questa passione è cresciuta con me negli anni. Il disegno, per me, è stato fin dall’inizio un compagno sincero ed un modo per esprimermi al mondo. Ho collaborato con Timmerman e da poco con Picame.

elemento-rosso-orizz

Bruno Stefani

14344814_1019112254852803_6721889831048804383_nDopo l’Accademia di Belle Arti di Bologna si iscrive ad Architettura a Firenze che frequenta sino al quinto anno ma non termina. Nel frattempo insegna Educazione Artistica al Carcere penale di Firenze e Disegno e Storia dell’Arte nei Licei. Nel 1974 assume l’incarico a tempo indeterminato in Pittura all’Istituto statale d’Arte di Bologna, dove rimane sino al pensionamento. Oltre all’attività didattica, prima e durante la medesima, svolge esperienze di progettazione d’interni, di grafica per pubblicazioni varie e manifesti sopratutto politici, di fotografia, di videoripresa e creazione di audiovisivi, di scenografia per rappresentazioni teatrali e cortei, di allestimenti di mostre anche itineranti, a terra e in movimento sulle ferrovie europee, di ideazione e realizzazione di installazioni per iniziative politico-umanitarie e di murales di azione diretta nonviolenta. Negli anni 2000 lavora molto con la fotografia ed é attratto dai “Linguaggi intermodali”. Sono di questo periodo il burka interattivo dal titolo : “Per vedere il mondo Anche da un altro mondo” e “Post Partum 1990”. Dal 2011 collabora alle manifestazioni promosse da“Casa dei Pensieri” (l’Associazione culturale diretta da Davide Ferrari) per il conferimento della “Targa Volponi” ad artisti bolognesi particolarmente distintisi nella ricerca e produzione dei linguaggi contemporanei . Il nome del premio perpetua la memoria dell’originario ideatore dell’Associazione stessa che, dal 2011 ad oggi ha insignito i pittori “Vasco Bendini, Luca Caccioni, Pier Paolo Calzolari, Pirro Cuniberti, Luigi Ontani, Concetto Pozzati, Wolfango Peretti Poggi; nonché il fotografo Nino Migliori e il designer Giancarlo Piretti.

elemento-rosso-orizz

Sofia Stefani

14494668_1025008650929830_6459385816185203171_nNata a Bologna nel 1990 dove attualmente vive ma purtroppo non lavora per mancanza di occupazione. Figlia di artisti, il papà professore d’arte e la mamma ex studentessa di liceo artistico,quindi viene fin da piccola attratta da questo mondo. Inizia a 4 anni a tenere in mano matite colorate,gessetti e pennelli. frequenta il liceo artistico e nel corso degli studi partecipa a diversi progetti e concorsi promossi dalla scuola tra cui la mostra di presepi al museo della musica Davia Bargellini di Bologna. Durante gli anni di liceo artistico frequenta diversi laboratori di ceramica,pittura,scultura,arte del legno e grafica. Si dedica ancora adesso al disegno e alla pittura anche se in forma più ridotta.

elemento-rosso-orizz

Patricia Taide

14484614_1024221541008541_862985038811301935_nPatricia Taide è nata nella Repubblica Dominicana nel 1987; artista poliedrica, interessata alle corrispondenze tra uomo, natura e mondo animale, si avvale di riferimenti agli immaginari mitologici, alchemici e religiosi per creare suggestioni estetiche e cortocircuiti visivi. Le sue opere spaziano tra l’acquerello, la china e l’illustrazione digitale sempre con una grande attenzione al valore simbolico di ogni elemento.

elemento-rosso-orizz

Graziano Tinti

14462959_1019722078125154_1916750157660746884_nGraziano Tinti, nato a Castello d’Argile, Bologna il 20/8/45, si forma alla Scuola d’Arte di Bologna e all’Art School of Kensington di Londra. Inizia giovanissimo come aiuto-scenografo teatrale e poi cinematografico, per poi dedicarsi interamente alle tecniche pittoriche e incisorie. Ha esposto le sue opere in varie città italiane ed europee, quali Bologna, Milano, Venezia, Padova, Zurigo, Essen, Colonia, ecc. Docente di Comunicazione Visiva a Milano e a Roma dal 1978 al 1990, in quel periodo collabora con numerose agenzie di advertising firmando importanti campagne come Swatch e packaging come Baci Perugina. Hanno scritto e parlato di lui Raffaele De Grada, Franco Solmi, Alfredo De Paz, Umberto Sarcinelli, Antonio D’Avossa , Cristina Trivellin, ecc. Oggi vive e lavora sulle colline piemontesi del Lago Maggiore.

elemento-rosso-orizz

Sara Trentin

14520543_1024219344342094_4877838647262906594_nNata a Castelfranco Veneto e Bolognese (anzi Bologninese) d’ adozione, da circa 6 anni vivo in questa città che ormai definisco la mia casa ed il mio rifugio. Sono una graphic designer da sempre ed integro la mia professione con i miei studi da fumettista, conclusi alla Scuola Internazionale di Comics nella splendida cornice di Firenze. Le mie passioni principali sono apparentemente opposte fra di loro: il disegno ed il parkour. Cerco di farle coincidere ricercando la bellezza e l’ eleganza in entrambi i contesti, nel segno e nel movimento.

elemento-rosso-orizz

Eraldo Turra

14441083_1025004317596930_3734828187849739298_nEraldo Turra: teatro, cinema, televisione… suona, recita, canta, dipinge, ma soprattutto cerca di non lavorare neanche un giorno in vita sua… mangia troppo!!!!!! La sua storia legata ai “Fratelli Ruggeri” si snoda tra televisione, teatro e cinema lungo tutti gli anni ottanta. In teatro il loro primo successo è la commedia Tarzan delle scimmie di Roberto Cimetta, alla quale fanno seguito numerosi altri spettacoli in cui hanno modo di sperimentare la loro comicità surreale, che spesso sfrutta le diverse caratteristiche fisiche dei due (uno è grasso, l’altro magrissimo). In televisione vengono chiamati da Antonio Ricci a far parte di Drive In e, insieme a tutto il gruppo del Gran Pavese, dello storico programma Lupo solitario, in cui impersonano gli improbabili corrispondenti della televisione di Stato di Croda, un immaginario paese dell’Europa Orientale. La stessa gag sarà riproposta l’anno successivo ne L’araba fenice, trasmissione che comprende lo stesso cast, arricchito di molti altri personaggi, e che nasce in sostituzione di Matrjoska, sospesa ancor prima della messa in onda della prima puntata per problemi di censura.

elemento-rosso-orizz

Eldi Veizaj

14358639_1017503448347017_5238731834232398713_nEldi Veizaj nato a Fier (Albania) 1984, laureato presso l’Accademia di belle arti Bologna 2011.
Attualmente vive e lavora a Bologna. Ha partecipato a svariate mostre collettive e concorsi. 2015 Quando dipingo, DIDipingo profondo, a cura di Martina Cavallari galleria Whitelight Art Gallery. 2011Vincitore del Primo Premio, Roling Stone Magazine, con il video Gjarpri, The Others, Torino. Importante collettiva Contemporary Party 2012-Art White Night-Arte Fiera Off. Tra le mostre personali ricordiamo; 2011 Kanuni, Associazione Culturale Adiacenze, Bologna, a cura di Daniela Tozzi

elemento-rosso-orizz

Davide Zulli

14322541_1017500791680616_4107187113991005910_nDavide Zulli, nato a Varese nel gennaio 1993,studia grafica e fotografia alle scuole superiori, per poi iscriversi dall’Accademia di arte di Bologna per portare avanti le proprie aspirazioni pittoriche. Porta avanti i graffiti, con cui è partito e la pittura in parallelo, cercando spesso di mixare il tutto in Qualcosa di nuovo.

elemento-rosso-orizz

 


 

Annunci